mercoledì, dicembre 17, 2008

Eventi - QPGA, Claudio Baglioni in concerto 12 dicembre 2008-

Claudio Baglioni al palapartenope per Q.P.G.A. : un album doppio, un romanzo, un film e un concerto per l'ultimo grande sogno d'amore tra incanto e risveglio.
Le foto_Petrolini dell'evento:

clicca sulle miniature per visitare la gallery


giovedì, dicembre 11, 2008

La foto della Settimana - Il sopravvissuto -

Sono sopravvissuto ad aride estati e gelidi inverni, sono scampato alla furia delle motoseghe e all'ira del fuoco, mi sono piegato sotto il freddo maestrale e coccolato col caldo scirocco, mi sono rilassato con l'aria salmastra e tenuto a distanza dai veleni che si alzano dalla lingua d'asfalto, ho visto morire i miei fratelli ed avuto la forza di continuare, Mi ergo fiero su questo pendio e veglio sul mio figliolo che cresce al mio fianco, sono sopravvissuto sul sacro monte dove regna Gesù.
G.P.






martedì, dicembre 02, 2008

Marcina, tra leggenda e realtà

Nel libro V della Geografia, Strabone, descrivendo le coste della Campania, nel tratto da Punta della Campanella al fiume Sele, menziona l’esistenza di questo centro etrusco-sannitico, importante e prospero dal punto di vista strategico e commerciale, considerato quale unica emergenza politica di tutto il territorio analizzato:

"Tra le Sirenuse (scogli de Li Galli) e Poseidonia (Paestum)
si trova Marcina, fondata dei
Tirreni, abitata dai Sanniti. Da qui a Pompei, attraverso Nuceria, vi è un istmo di
terra non piú di lungo di 120 stadi"

La testimonianza di Strabone, che accenna ad una fondazione (ktisma) etrusca e poi sannitica, senza accennare ai Romani, al suo tempo ormai padroni della regione campana, riflette probabilmente, come di solito succede nel nostro geografo-storico, una fonte notevolmente più antica, forse mediata da Artemidoro. Il passo, alla base della questione, è alquanto sintetico ed ambiguo e lascia ancora oggi divisi gli studiosi che hanno in mano pochi elementi per individuare l’esatto sitodel centro scomparso. Due sono le opposte tendenze storiografiche costituitesi nelcorso degli anni: secondo alcuni Marcina dovrebbe essere identificata con l’odierna Vietri sul mare o con la vicina Cava de’ Tirreni, città che già nel suo nome rivendica la discendenza dall’antico centro etrusco; altri tendono ad individuarla nel sito di Fratte.

A noi piace pensare, che quando agli occhi dei primi colonizzatori del nostro territorio si presentò questo spettacolo, unanimemente fù da loro deciso che quella sarebbe stata la loro terra. Bella e vulnerabile in cui affondano le nostre radici






Per navigare nella panoramica, usa il mouse cliccando il tasto sx. Nel controller quicktime sono presenti i tasti di zoom, oppure premi ctrl per zoom - , e maiusc per zoom + .

Per approfondimenti, scarica il PDF

Panoramica per stampa

lunedì, novembre 10, 2008

martedì, novembre 04, 2008

Time Lapse - Nuvole su Montefinestra -

La fotografia Time Lapse, è una speciale tecnica fotografica che ci permette di apprezzare degli eventi che avvengono in un lasso di tempo lungo, tramite un' accelerazione del tempo. Lo sbocciare di un fiore, il sorgere del sole , il movimento delle nuvole, la costruzione di un fabbricato sono tutti eventi caratterizzati da una "staticità" temporale, infatti all'occhio umano appaiono fermi . Il time lapse consiste nello scattare un elevato numero di fotografie ad intervalli di tempo costanti, dopodichè riarrangiandole insieme su uno storyboard con una velocità inversamente proporzionale al lasso di tempo che intercorre tra due scatti successivi, possiamo sintetizzare quello che avvenuto in 3 ore in qualche minuto ad esempio. Nel filmato "Nuvole su Montefinestra".

lunedì, novembre 03, 2008

Gallipoli 5 - 1 CAVESE

Non basta un buon primo tempo, terminato in vantaggio per una rete a zero, per evitare una pesante sconfitta alla Cavese. Ben 5 sono stati i gol subiti nei secondi quarantacinque minuti che hanno punito i metelliani oltre i propri demeriti. Eppure la partita era iniziata nei migliori dei modi. Camplone, con Alfano e Nocerino squalificati, ha rinnovato la fiducia a Pierotti, spostandolo sulla corsia mancina, lasciando l'out destro al rientrante Frezza. A centrocampo ha fatto l'esordio dal primo minuto Anaclerio in cabina di regia, con Scartozzi che si è defilato leggermente a rimpiazzare Alfano. In attacco fiducia a Tarantino e Schetter alle spalle di Aquino..(.)da cavese.it
La fotocronaca della disfatta.


foto petrolini cava tirreni

mercoledì, ottobre 29, 2008

Ciao Catello, calciatore amico e fratello


LaRedazione de laCavese.it è lieta di informare
che nell'ambito del 26mo Festival Internazionale del Cinema Sportivo FICTS Sabato 1 Novembre ore 18.00 presso la sala Suite 2 del Palazzo Giureconsulti in Piazza Mercanti, 2 a Milano sarà proiettato il lungometraggio prodotto da LaRedazione de lacavese.it e curato da Vincenzo Paliotto ed Antonio Ioele "CIAO CATELLO, CALCIATORE AMICO E FRATELLO".

Alla proiezione sarà presente non solo la delegazione de LaRedazione composta da Vincenzo Paliotto, Antonio Ioele e Giuseppe Baldi, ma, con nostro grande orgoglio, sarà presente anche il fratello di Catello, Angelo Mari.

Il lungometraggio che ricordiamo essere andato in onda una sola volta all'interno della trasmissione "Spazio BiancoBlu 2007/2008" edita da Quarto Canale Tv Telelaser, ha voluto fermare il ricordo di Catello (difensore della S.S. Cavese 1919 dal 2004 al 2006) attraverso un'intervista fatta ai suoi amici nonché compagni di squadra: Gerardo Alfano, Luigi Cipriani, Tony D'Amico, Alberto Nocerino e Giuseppe Aquino.

La Manifestazione "SPORT MOVIE S & TV – MILANO INTERNATIONAL FICTS FESTIVAL" (www.sportmoviestv.com)
è il più importante Festival Internazionale dedicato al cinema e alla televisione sportiva, che assegna annualmente la "Guirlande d'Honneur" alle migliori produzioni provenienti da tutto il mondo. Costituisce la Fase Finale del "World FICTS Challenge", Circuito Mondiale che si articola in 12 tappe in altrettante Nazioni distribuite sui 5 Continenti: Mombay (India), Kazan (Russia), Krasnogorsk/Mosca (Russia), Pescara/Chieti (Italia – Giochi del Mediterraneo), Gydnia (Polonia), Hanoi (Vietnam), Tashkent (Uzbekistan), Tehran (Iran), Philadelphia (USA), Kampala (Uganda), Lipetsk (Russia), Liberec (Rep. Ceca), Milano (Italia).

Sono 102 le Nazioni affiliate all'Ente organizzatore del Festival, la FICTS (Federation Internationale Cinema Television Sportifs, organismo riconosciuto dal CIO - Comitato Internazionale Olimpico). Il Congresso Mondiale della FICTS ha scelto Milano quale sede permanente della Finale di tutti Festival.
La Manifestazione si svolge sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, con il patrocinio del CIO (Comitato Internazionale Olimpico) – Information Management Department e dei Ministeri: Beni Culturali, Comunicazioni ed Esteri.
In collaborazione con Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comune di Milano, Consiglio Comunale di Milano, Consiglio Regionale Lombardia, Camera di Commercio di Milano, Prefettura di Milano, Fondazione Fiera Milano, Commissione Europea, Esercito, Assolombarda, Unione Commercio e Turismo, Milano Ristorazione, AIPS, CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), AMOVA, Panathlon, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Cattolica e IULM. Media Partner: Sport Business, Gazzetta dello Sport, Datasport, ATM, Mivar, On the Road, Outside. Sponsor: Lambretta.
Partecipano a questa edizione: 44 Nazioni attraverso 180 opere prodotte da importanti neetwork come BBC, Sky, Rai.
Il trailer:


Invitiamo quanti possono ad assistere alla proiezione del lungometraggio che ricordiamo essere in programma: Sabato 1 Novembre ore 18.00 presso la sala Suite 2 del Palazzo Giureconsulti in Piazza Mercanti, 2 a Milano.
Ingresso gratuito per tutti.
Per tutti coloro che non potranno essere presenti, grazie alla sensibilità della Famiglia Marrazzo, abbiamo previsto la diretta dell’evento nonché della proiezione del film attraverso le frequenze e lo streaming di Radio Base (FM 89,6 e 104,8, www.radiobase.fm) dalle 17:45 alle 19:15 di Sabato 1 Novembre: in studio Giorgio Garofalo e Fabio Apicella inviati a Milano Antonio Ioele , Vincenzo Paliotto e Giuseppe Baldi.


laRedazione/lacavese.it

domenica, ottobre 26, 2008

Sorrento 1 - 0 CAVESE

Dopo la debacle esterne allo "Zaccheria" di Foggi il Sorrento di mister Simonelli, ritorna alla vittoria tra le mura amiche, dopo i due pareggi consecutivi contro Ternane e Benevento. Partita molto equilibrata, con le due compagini che si affrontano a viso aperto, con improvvisi capovolgimenti di fronte che rendono l'incontro avvincente e spettacolare. Scortata da circa 1500 tifosi giunti con ogni mezzo da Cava dei Tirreni, la Cavese si schiera con l'ormai consueto 4-3-1-2, con Tarantino che agisce qualche metro più dietro la coppia d'attacco formata da Aquino e Schetter.La fotocronaca della gara:

mercoledì, ottobre 22, 2008

La foto della Settimana - Dedicata a Ciccio, Firmata Pino Daniele -

Dietro una lastra di plexiglass, sul muro ormai non più bianco della stanza accanto ai vecchi spogliatoi del Simonetta Lamberti, un pò sbiadita campeggia una dedica fatta da Pino Daniele a Ciccio Troiano il quale e' riuscito negli anni '80-'90 in quello che, pensandoci oggi, sarebbe stata pura utopia, rendere Cava de'Tirreni, piccolo centro di provincia, capitale della musica dal vivo.


"Caro Ciccio Troiano io ti ringrazio per tutto quello che hai fatto per me!
Sei stato l'unico a credere in Pino dal 1977
Sei un grande promoter e forse un grande manager! Con tutto il mio affetto."

GRAZIE
Pino Daniele

domenica, ottobre 19, 2008

CAVESE 3 - Juvestabia 1

Nel pre-gara subito problemi per mister Morgia, costretto a fare a meno del fantasista Capparella, appiedato da un risentimento muscolare. In campo va D’Ambrosio che non sfigura affatto. Camplone invece ripropone Nocerino al centro della difesa, conferma Pierotti a sinistra e dà fiducia a Scartozzi in regia. Il fischio d’inizio è preceduto da un momento dedicato a Catello Mari: il presidente aquilotto Fariello consegna un fascio di fiori a Giuseppe Mari, papà del calciatore scomparso e i capitani delle due formazioni pongono fiori sotto la Curva Sud dell’impianto sportivo, a lui intitolata; il pensiero dei tifosi va anche agli organi che hanno impedito la trasferta agli stabiesi, esponendo lo striscione “la legge in Italia così funziona, nessun rispetto nel ricordo di una persona!”...da calciopress.net



foto petrolini cava tirreni

lunedì, settembre 29, 2008

Lanciano 0 - 0 CAVESE

Il risultato finale rispecchia in pieno l'andamento della gara. Questa, in sintesi, la cronaca della gara. Certo la Cavese può recriminare per l'annullamento di un gol apparso a molti regolare, ma per novanta minuti le emozioni sono state ben poche. Le due difese si sono dimostrate, di gran lunga, i migliori reparti delle compagini alllenate da Di Francesco e da Camplone...()da Cavese.it, Fabio Apicella

La fotocronaca della gara
:

foto petrolini cava tirreni

venerdì, settembre 26, 2008

La foto della Settimana - L'epitaffio del Resicco-

La città di Cava de'Tirreni aveva all' ingresso nord e sud del Borgo due epigrafi sotto di esse c'erano due grandi fontane. Nel 1600 venne costruita un nuovo tratto della strada Regia e fu costruito un ponte per migliorare la circolazione. In questa zona esisteva il fiume Secco o Resicco, che si immette nel fiume Contrapone, un fiumicello che nasce dal Monte Finestra scende da Passiano e si immette nella Cavaiola. Si costruì questo ponte perché, con le violenti piogge, il fiume si ingrossava ed era rischioso attraversare il ponticello di legno esistente.L'ampliamento del ponte fu voluto da don Juan Alonso Pimentel de Herrera e fu accompagnato dalla costruzione di una fontana e di un abbeveratoio. La costruzione è fatta di blocchi squadrati in pietra grigia, lese bugnate con capitelli dorici, triglifi, con un timpano triangolare con pinnacoli con sfere, scudi araldici del re Filippo III e del Duca di Benevento, grandi volute laterali. Per ricordare questa costruzione fu eretto un monumento con un'iscrizione detta Epitaffio dove si legge che, mentre regnava Filippo III, per pubblica utilità e beneficio dei viaggiatori, fu costruito il ponte sul Resicco: era l'anno 1609. Il monumento è rimasto quasi uguale, mancano la fontana e l'abbeveratoio. L'epigrafe dice: Philippo III regnante ad pubblicum commeantium usum atq. Comodi ill.mus ed excell.mus D. Io Alph. Pimentel Herrera Benevent Come set Dux prorege pontem resiccum dictum erigenhum curavit anno D.ni MDCVIIII. (Sotto il Regno di Filippo III, l'Illustrissimo ed eccellentissimo Juan Carlos Pimentel de Herrera, conte di Benevento e vicerè, nell'anno del Signore 1609 fece costruire il ponte detto del Resiccco per pubblica utilità e beneficio dei viaggiatori) Questa epigrafe è un esempio di come, attraverso dei monumenti, possiamo conoscere un po' di storia della nostra città. Non tutti, infatti, passando avanti ad un monumento o ad una lapide, con i quali si è fatta l'abitudine del quotidiano, si soffermano a leggere e a capire quanta importanza possa avere per la conoscenza del territorio.




di Emilia Vitolo
da "IL LAVORO TIRRENO" di luglio

domenica, settembre 21, 2008

CAVESE 3 - Crotone 2

Partita intensa e ricca diemozioni quella a cui hanno assistito gli spettatori del Simonetta Lamberti. Le duesquadre si sono affrontate a viso aperto con Moriero che ha schierato la propria compagine con un offensivo 4-2-3-1.Camplone recupera l’acciaccato Aquino e risponde con il classico 4-3-3 sostituendo l’infortunatoPorro con il giovane Scartozzi.

La fotocronaca della gara:

foto petrolini cava tirreni


martedì, settembre 16, 2008

Festa Medioevale al Corpo di Cava

Nel calendario dei "GRANDI INTERPRENTI ALL'ABBAZIA" il 6 ed il 7 settembre scorso si è svolta la "Festa Medievale" nell'antico borgo del corpo di Cava, il Contrappasso, Dame, e Gentiluomini Ballarini, Gruppo vocale e stumentale Ave Gratia Plena, Compagnia Tetraedro,Compagnia della rosa e della spada, Compagnia del Cervo Bianco; hanno deliziato i visitatori dell'evento con balli, canti e spettacoli dal sapore antico. Nel video alcuni scatti della serata:



guarda le foto della scorsa edizione cliccando qui

visita il blog dedicato all'evento :
http://festamedievale.blogspot.com/

domenica, settembre 14, 2008

Foggia 1 - 0 CAVESE

La fotocronaca della gara :

foto petrolini cava tirreni




Un ringraziamento particolare và al servizio d'ordine del Foggia per "l'ottimo" trattamento riservatomi, prima durante e dopo la gara. Infatti una volta venuti a conoscenza della mia provenienza hanno permesso l'ingresso dalla curva foggiana a bordo campo a due simpatici tifosi rosso neri , che mi hanno dato il benvenuto a Foggia nel loro tipico dialetto, e mi consigliavano vivamente di tornare a casa anzitempo, prima della conclusione della gara,onde evitare imminenti problemi all'apparato locomotore, nonchè agli arti superiori.
Il migliore in campo, direi sicuramente il commissario di campo di LEGAPRO, che ha permesso questo simpatico teatrino,un bel 10, bravo l'anno prossimo ti prendo nel FANTACALCIO.
Ci vediamo a gennaio


giovedì, agosto 07, 2008

lunedì, agosto 04, 2008

CAVESE - Boville Ernica 4 - 2


PRIMO TEMPO



SECONDO TEMPO






I goals tutti nel primo tempo di Schetter, Shiba, Shiba e Tarantino.

lunedì, luglio 21, 2008

martedì, luglio 08, 2008

Primi esperimenti di LOMOgrafia

Moda o culto? passaparola… studenti o marketing manager? Sì ma cosa c'entra una macchina fotografica made in Russia di vecchia concezione, tanto imperfetta quanto dalla storia affascinante, con una vera e propria filosofia di vita, la Lomografia? Chi aderisce alla filosofia dello scatto casuale e dell'instant-fotografia sa che la vita non si concretizza in pose perfette.Per i Lomografi questo modo di scattare diventa un manifesto che respinge la rincorsa alla perfezione tecnica in quanto tale, da cui nascerebbero immagini fotograficamente perfette ma prive di vita e sentimenti. La macchina usata come un prolungamento del braccio , pronta a scattare ogni qualvolta se ne senta l'impulso, mai preoccuparsi del risultato finale!
Alcuni giorni fà ho realizzato i primi scatti LOMOgrafici della nostra città, utilizzando una rivoluzionaria macchina, dotata di ben 4 "occhi", uno scatto, 2 secondi di vita: Con un semplice click metti l'orologio in movimento e nell'arco di 2 secondi la pellicola verrà impressionata una fetta per volta.In questo modo si possono realizzare panoramiche oltre che accattivanti prospettive, Ecco i click:

-Piazza De Marinis

-Piazza Duomo

-Murales


-Ferrovia presso Santa Lucia



Conosci meglio LOMO visita il sito : www.lomo.it

mercoledì, luglio 02, 2008

Eventi - VASCO LIVE 2008 - 27 giugno

Le foto_Petrolini del VASCO Live 2008

Clicca sulle miniature per visitare le gallery

- Il Concerto



-Il popolo del
BLASCO




martedì, giugno 24, 2008

La foto della Settimana - 1898_2008, più di un secolo di Manifattura Tabacchi -



Martedì 24 giugno al Club Universitario Cavese alle ore 19:00 manifestazione per la restituzione alla città di Cava de’ Tirreni della Manifattura tabacchi di Viale Crispi.Lo scopo della manifestazione è quello di allargare a tutta la cittadinanza, a tutte le forze politiche l’importante dibattito, finora circoscritto alla sole competenze tecnico-politiche, sul riuso delle aree dismesse e dei vuoti urbani.La Manifattura dei tabacchi, la più antica e duratura esperienza industriale di Cava de’ Tirreni, nel 2000 ha cessato la sua attività. Sulla scorta dell’accordo intercorso tra il Comune di Cava e lo Stato alla fine del 1800, in base al quale fu data in uso la struttura gratuitamente per la realizzazione di un opificio industriale, il Comune può tornare in possesso dell’immobile e dell’area circostante....continua su Il giornale di Cava

Guarda il breve reportage sulla Manifattura Tabacchi Cava de' Tirreni:



sabato, giugno 14, 2008

lunedì, giugno 09, 2008

In Bianco e Nero

Tra le foto della settimana su : http://www.inbiancoenero.com/ , è stata scelta una delle foto del reportage sull'inceneritore abbandonato, puoi votarla e farle scalare la classifica , cliccando sulla foto qui:


GRAZIE!

venerdì, maggio 30, 2008

venerdì, maggio 23, 2008

La foto della Settimana - La fontana delle Conchiglie -

Dove siamo?Al primo colpo d'occhio ci verrebbe da dire.... Sicilia. Ed invece siamo ancora nella nostra splendida città, che nonostante tutto riesce sempre a regalarci nuove emozioni. Siamo a Pregiato nei giardini di Villa Agnetti, dove viene conservata questa bellissima fontana realizzata interamente con conchiglie e sassolini di mare.


La fontana delle Conchiglie -Cava de' Tirreni, frazione di Pregiato

lunedì, maggio 19, 2008

Reportage -Intrecci dal passato.La lavorazione della corda-

..."Una volta tutto il mondo veniva a comprare le corde a Santa Lucia"..., con questa esclamazione il sig. Lambiase mi accoglie nel suo giardino, dove all'ombra delle viti, si intreccia ancora la corda alla vecchia maniera.
Siamo a Santa Lucia, frazione di Cava de' Tirreni, qui si racconta che nel 1400-1500 si stabilì un tessitore, proveniente forse da Prato che con un aspio portato dalla sua città d’origine, cominciò a filare la canapa e a fare la corda in questa zona. Così sorse il sistema tradizionale della torcitura degli spaghi... Su di una striscia di terra di metri tre per cinquanta ogni famiglia contadina impiantò il suo “ filaturo “, consistente in due impianti sistemati ad ognuno degli estremi della striscia di terreno. In uno si faceva girare una ruota che fungeva da motrice per dei piccoli rocchetti montati su di un legno a forma di croce da cui si dipanavano per tutta la lunghezza del filatoio i capi di spago che andavano ad unirsi in un punto fisso all’altro impianto (costituito da una “caldarella “ da muratore al quale era legato un ago piegato da cui partiva l’intreccio vero e proprio). Per controllare il regolare attorcigliamento i fili di spago erano fatti passare tra i buchi di un piccolo blocco di legno chiamato “ pigna “ , questo blocco veniva fatto avanzare lentamente verso la ruota.
L'odore della canapa, il cigolio della "rota", il vorticare dei rocchetti e la minuziosa descrizione della filatura fatta dal sig. Antonio mi hanno fatto fare un viaggio nel passato davvero unico. Grazie

Per accedere al reportage clicca sulle miniature:


martedì, maggio 13, 2008

evviva l'Italia evviva l'Italia......Chi fatica e chi magna

Cerimonia Avvio cantiere nuova strada provinciale-Cava de' Tirreni-
Fenomeno Fenomeno Fenomeno fenomenalla
ce sta chi zompa in aria chi va 'n galera e chi magna
evviva l'Italia evviva l'Italia
ognuno c'ha il suo compito chi zompa chi magna
evviva l'Italia evviva l'Italia
e 'a jatta mammona.

lunedì, maggio 05, 2008

La foto della Settimana - In Vino Veritas -

In vino veritas: nel vino c'è la verità. O se si preferisce: sotto l'effetto del vino viene fuori la verità. Nessun'altra definizione potrà forse mai descrivere meglio cos'è il vino e qual è il rapporto che intercorre tra la bevanda e il suo bevitore. Tra il vino e l'uomo.Il vino è fin dall'antichità un simbolo di libertà o meglio di liberazione dell'uomo. Sia essa una liberazione dalle proprie regole (intendendo per regole quel complesso sistema di leggi personali e sociali che modificano il comportamento) sia essa una liberazione dallo status in cui ci si trova ad essere (solitamente una cattività, metaforicamente e non). Un simbolo tanto stretto e fortemente vincolato a tale concetto da esserne quasi sinonimo e per questo, nel mondo greco, il vino venne addirittura divinizzato nella figura di Dioniso e raffigurato con la figura del satiro (mezzo uomo e mezzo bestia). Un simbolo che è anche rito nell'atto del brindisi, prologo al bere e momento fondamentale di incontro (o simposio, dal greco sun-pino = bere insieme). Spesso incipit d'altissimi dialoghi verso la conoscenza o di terribili accadimenti epici. Si veda ad esempio il Simposio platonico dove il vino inoltra e accompagna il dialogo, l'Odissea omerica dove il brindisi apre alla morte di Polifemo e alla fuga di Ulisse (e successivamente alla strage dei proci e alla liberazione di Penelope), e ancora l'Eneide virgiliana dove il brindisi di Didone in qualche modo presagisce la tragedia futura.

lunedì, aprile 28, 2008

CAVESE (?) 1 - Paganese 2

In questo calcio malato .......
Curva Sud CATELLO MARI
Cavese - Foggia


le foto (dell'incontro?)






sabato, aprile 26, 2008

La foto della Settimana - Mille papaveri rossi -

Dormi sepolto in un campo di grano non è la rosa non è il tulipano che ti fan veglia dall'ombra dei fossi ma son mille papaveri rossi lungo le sponde del mio torrente voglio che scendano i lucci argentati non più i cadaveri dei soldati portati in braccio dalla corrente così dicevi ed era inverno e come gli altri verso l'inferno te ne vai triste come chi deve il vento ti sputa in faccia la neve fermati Piero , fermati adesso lascia che il vento ti passi un po' addosso dei morti in battaglia ti porti la voce chi diede la vita ebbe in cambio una crocema tu no lo udisti e il tempo passava con le stagioni a passo di giava ed arrivasti a varcar la frontiera in un bel giorno di primavera e mentre marciavi con l'anima in spalle vedesti un uomo in fondo alla valle che aveva il tuo stesso identico umore ma la divisa di un altro colore sparagli Piero...() da La guerra di Piero, Fabrizio de Andrè

domenica, aprile 20, 2008

Lecco 2 - 3 CAVESE

di Vincenzo Paliotto
La Cavese espugna in un’altalena di gol il terreno del Lecco e brinda finalmente alla permanenza nel campionato di Serie C1, inguaiando a sua volta la compagine lombarda. Chi pensava ad una squadra metelliana dimessa sul rettangolo di Lecco non ha fatto i conti con l’ispirazione nelle gare esterne della formazione di mister Papagni, capace di cogliere il suo terzo successo lontano dalle mura amiche, dopo le affermazioni di Verona e Monza.Eppure la squadra aquilotta era partita vistosamente in sordina, costretta alla difensiva dalle folate di un Lecco apparso in avvio di gara particolarmente ispirato...continua su Cavese.it

la sintesi dell'incontro nelle foto_Petrolini



Sempre e comunque, Alè Cavese





domenica, aprile 13, 2008

CAVESE 2 - Legnano 1 - Ciao Leone -

di Vincenzo Paliotto



La Cavese si aggiudica il match interno contro il Legnano e fa un passo avanti importante nella corsa alla salvezza, anche alla luce dei risultati provenienti dagli altri campi del girone. Non è stata comunque una partita facile quella al cospetto di un Legnano volitivo ed irriducibile in tutte le zone del campo.Papagni per forza di cose ha dovuto adottare molte variazioni nel proprio schieramento, dando spazio inizialmente a Porro, Riccio e al rientrante Geraldi, finalmente rimessosi dall’infortunio. In avanti Aquino ha dato manforte ad un Giampaolo sicuramente meglio ispirato di domenica scorsa....continua su Cavese.it

Le foto_Petrolini della giornata.








venerdì, aprile 11, 2008

La foto della Settimana - Fiumi di Luce -



Veemente dio d'una razza d'acciaio,
Automobile ebbrrra di spazio,
Che scalpiti e frremi d'angoscia
rodendo il morso con striduli denti...

Formidabile mostro giapponese,
dagli occhi di fucina,
nutrito di fiamma
e di oli minerali,
avido d'orizzonti e di prede siderali...

io scateno il tuo cuore che tonfa diabolicamente,
scateno i tuoi giganteschi pneumatici,
per la danza che tu sai danzare
via per le bianche strade di tutto il mondo.

Filippo Tommaso Marinetti , 1908

lunedì, aprile 07, 2008

Ternana 1 - 0 CAVESE

di Vincenzo Paliotto
La Cavese esce sconfitta di misura al Liberati al cospetto della Ternana e vede farsi la propria posizione in classifica decisamente più pericolosa. La gara di Terni rispecchia appieno il resto della stagione disputata fino ad ora dagli aquilotti. Anche in Umbria si poteva fare di meglio se i biancoblù non avessero commesso i soliti errori di concentrazione ed anche se non fosse stato annullato in maniera molto dubbia un gol di Peppe Aquino, apparso ai più regolare, che avrebbe garantito un pareggio tutto sommato anche meritato....continua su cavese.it








mercoledì, aprile 02, 2008

Ampie vedute.La fotografia panoramica

In un periodo in cui l'angustia mentale dei nostri amministratori sembra aver preso il sopravvento.........riflettiamo su cosa stanno facendo alla nostra città.

Panoramica da Montecastello - Cava de' Tirreni -

Ci sono due cose che non possono essere attaccate frontalmente: l'ignoranza e la ristrettezza mentale. Le si può soltanto scuotere con il semplice sviluppo delle qualità opposte.


Lord J.E. Dalberg Acton


Guarda anche :